Contatti
Sede:
Chiavari (Ge)
Via Vinelli 9/5 - primo piano

Come arrivare:
Mappa Google

Contatti Segreteria:
Tel. 0185.323529
Email: sanitasdonna@gmail.com

Orario di apertura:
Dal Lunedì al Venerdì
- Mattino: ore 9 - 12.30
- Pomeriggio: ore 15 - 19

an image
s

Isteroscopia Diagnostica

L'isteroscopia diagnostica è un'indagine ambulatoriale endoscopica che consente la visualizzazione della cavità uterina mediante l'utilizzo di uno strumento chiamato isteroscopio (del diametro di circa 3 mm) che contiene al suo interno una sottile fibra ottica. L'isteroscopio viene introdotto attraverso la vagina (in genere non è necessario l'utilizzo del fastidioso speculum) e attraversa il canale cervicale.

La cavità uterina è distesa con l'ausilio di acqua sterile (Soluzione fisiologica, NaCl 0.9%) che può quindi essere interamente osservata dall'operatore.

Viene giudicata la morfologia della cavità uterina (osti tubarici, presenza di eventuali setto) e le caratteristiche dell'endometrio.

L'isteroscopia diagnostica non necessita la dilatazione del canale cervicale e pertanto non prevede anestesia nè generale nè locale.

L'isteroscopia diagnostica è indicata in caso di:

  • Infertilità di coppia;
  • Sanguinamento uterino;
  • Aborto a ripetizione;
  • Approfondimento di un'immagine ecografica anomala;
  • Rimozione di spirale priva di fili visibili;

Con questa metodica diagnostica è possibile evidenziare patologie come:

  • Endometrite (infiammazione dell’endometrio);
  • Iperplasia (aumento dello spessore dell’endometrio);
  • Malformazioni uterine (utero setto o bicorne);
  • Sinechie (aderenze);
  • Polipi;
  • Fibromi;
  • Neoplasie;

L'Isteroscopia diagnostica è preferibilmente eseguita nella prima metà del ciclo mestruale (entro il 14º giorno) appena dopo la fine delle mestruazioni. L'esame dura in media 3 minuti.

Non è necessaria una pre-medicazione e/o una profilassi antibiotica.

La paziente deve sempre portare in visione al ginecologo che esegue l’isteroscopia gli esami già fatti (Pap-test, referto di ecografia, etc.).

L'isteroscopia solitamente non fa male ma può dare fastidio (al pari di un flusso mestruale).

In rari casi l'esame può essere doloroso qualora ci si trovi di fronte ad una stenosi del collo dell'utero.

Raramente (< 5%) l'esame non è eseguibile a causa di bassa compliance da parte della donna e/o necessità di dilatazione cervicale.

Dopo l'isteroscopia può persistere un lieve sanguinamento o perdite di acqua rosa della vagina.

Un lieve mal di pancia (come dolore tipo mestruale) può persistere per qualche minuto. La donna può riprendere un'attività normale.

Un referto scritto eventualmente accompagnato da foto e/o registrazione su CD viene consegnato alla donna.

Se durante l'esame è stata evidenziata una malformazione/patologia uterina sarà solitamente consigliata un'isteroscopia OPERATIVA con anestesia generale per curare la paziente.

Se nei giorni seguenti l'isteroscopia compaiono dolori pelvici e/o febbre, la donna deve contattare il ginecologo che ha effettuato l'isteroscopia o il medico di famiglia.

Info Importanti

Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata presso il proprio Medico curante o presso il Ginecologo Ostetrico rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento.


Info
Focus